Home Editoriale Il calcio inglese conquista l’Europa, le due finali sono da record storico

Il calcio inglese conquista l’Europa, le due finali sono da record storico

256
0

Strapotere inglese. Non servono giri di parole per commentare l’impresa delle squadre di calcio d’oltremanica che hanno conquistato le due finali di Champions ed Europa League. Liverpool e Tottenham la prima, Chelsea e Arsenal la seconda. Un record per l’Inghilterra, certamente, ma anche un record storico, destinato ad entrare negli annali del calcio giocato. Sì, perché per la prima volta nella storia del calcio europeo quattro squadre dello stesso paese si sfidano nelle due finali europee più importanti.

Dopo più di sei anni caratterizzati dalla presenza di almeno una squadra della Liga nelle gare valide per la conquista dei due trofei europei, il predominio spagnolo sembra essere arrivato al capolinea, almeno per il momento. E la sconfitta del Barcellona di Anfield è sintomatica di come il calcio, negli ultimi anni, stia assumendo contorni sempre più anglosassoni. Il tiki taka sembra aver funzionato solo nel campionato vinto dai blaugrana. In Europa, alla luce di quanto accaduto nelle semifinali di Champions ed Europa League, la precisione, la tecnica sopraffina, hanno lasciato spazio al coraggio, l’intraprendenza, la corsa e la voglia di vincere. E sì, con qualche abbaglio difensivo.

Perché da sempre è questo il calcio inglese. Un mondo rettangolare in cui non si molla un centimetro, in cui non ci si chiude in difesa per conservare un vantaggio di due reti. Si va sempre in avanti, fino a demolire l’avversario. Un atteggiamento che a volte può lasciare spazio alle ripartenze degli avversari e a una minore attenzione della fase difensiva. Un atteggiamento che in Italia non è mai stato visto di buon occhio. Ma che oggi sottolinea come il calcio inglese sia un esempio da seguire per essere vincenti.