Home Pillole di sport Grecia, sciopero degli arbitri dopo l’aggressione: niente sfide di Super League

Grecia, sciopero degli arbitri dopo l’aggressione: niente sfide di Super League

246
0
sciopero

Il campionato di super League, in Grecia, si ferma. A causare lo stop forzato lo sciopero degli arbitri, la violenta aggressione subita dal direttore di gara Thanassis Tzilos, assalito da tre persone a volto coperto nei pressi della sua abitazione, nella città di Larissa. L’arbitro è stato colpito ripetutamente, secondo quanto appreso, alla testa e alle gambe.

Lo stop riguarderà solo ed esclusivamente la Super League, mentre si disputeranno normalmente gli incontri della Coppa di Grecia, così come appreso dalla Federcalcio greca. Alla base dello sciopero degli arbitri ci sarebbero “motivi psicologici”, si apprende, proprio a causa della “vigliacca e inaccettabile” aggressione che ha visto vittima l’arbitro. Quest’ultimo, a causa delle ferite riportate, era stato ricoverato in ospedale. Ieri sera sono arrivate le dimissioni mentre gli investigatori sono alla ricerca dei responsabili dell’assalto, al momento ancora a piede libero.

Nel week-end erano in programma le partite della 15esima giornata di Super League, che non prevedeva incontri di cartello e precede la sosta invernale, che durerà fino a gennaio, quando lo sciopero dei fischietti dovrebbe essere concluso.