Home Le notizie
 Calciomercato, offerte da tutto il mondo per Buffon: dalla Spagna al Brasile

Calciomercato, offerte da tutto il mondo per Buffon: dalla Spagna al Brasile

132
0

Brasile, Cina, Turchia, Spagna e Germania. In sostanza, tutto il mondo vorrebbe Gianluigi Buffon. Sì, perché dopo l’ufficialità dell’addio al Paris Saint-Germain, l’ex portierone della Juventus è corteggiato da numerose società sparse in diversi continenti. Nonostante i sui 41 anni suonati, Buffon non sembra avere alcuna intenzione di smettere e il rendimento tra i pali fa dell’estremo difensore uno dei più ricercati dai club più blasonati.

Si pensi ad esempio al Barcellona. Un’indiscrezione, ovviamente, tra le tante in questo periodo di mercato. Secondo le prime informazioni raccolte, infatti, pare che i blaugrana abbiano pensato proprio a lui quale sostituto di Ter Stegen. Buffon, si sa, è un uomo che ha bisogno di nuovi stimoli. Ha vinto quasi tutte le competizioni in tanti anni di onorata carriera, e per chiudere al meglio il suo percorso avrebbe deciso di prendersi del tempo per valutare progetti e offerte.

Delle tante squadre che hanno fatto un pensiero sull’ex numero uno della Nazionale italiana, è arrivata un’offerta dal Brasile, precisamente dal Fluminense. Oltreoceano, infatti, è quasi tempo di elezioni societarie e uno dei candidati alla presidenza del club avrebbe proposto Buffon quale “manifesto elettorale”. Andando ad Est, invece, un’offerta sarebbe giunta dalla Cina. Ma questa opzione sembra essere la più lontana, al momento, dalle scelte del portiere italiano. E a proposito di Italia, ad oggi non risultano esserci trattative in essere, anche se un eventuale ritorno in patria non è comunque da escludere del tutto.

L’attenzione su Buffon è arrivata anche dalla Turchia, e dal Fenerbache. Possibilità che rientra tra quelle al vaglio del 41enne. In sostanza, c’è l’imbarazzo della scelta. Quel che è certo è che Buffon non ha davvero alcuna intenzione di smettere. L’esperienza di Parigi sembra averlo galvanizzato ulteriormente per continuare a scrivere la storia del calcio italiano all’estero.