Home Curiosità Gli sport più strani al mondo

Gli sport più strani al mondo

107
0
sport strani al mondo Sportstar Magazine

Con ogni probabilità sarà difficile vederli annoverati tra le discipline olimpiche, ma il loro successo la dice lunga sul bisogno di andare oltre i propri limiti da parte dell’uomo. Sono gli “sport più strani al mondo, attività insolite, estreme, bizzarre, che spopolano oggi soprattutto tra i giovani. Ed esistono delle vere e proprie competizioni che sanciscono anche dei vincitori.

Il primo. Il Summer Redneck Games, una parodia delle Olimpiadi che si svolge ogni anno nella città di East Dublin, in Georgia. Qui si potrà “ammirare” la gara di
spanciate nel fango, lo sputo di semi d’anguria, la pesca del piede di porco, la competizione di pernacchie ascellari e, per i più nostalgici dei giochi tradizionali, finalmente un lancio…della tavoletta del water. Sempre alla disciplina del lancio appartiene il singolare campionato che si svolge a Mosca dove una delle gare più partecipate dagli atleti provenienti da dieci paesi diversi è quello della palla di pietra.

E se in Thailandia le partite di calcio vedono schierarsi da un lato gli umani e dall’altro gli elefanti, non c’è molto da scommettere sui risultati.
Ma tra gli sport più strani al mondo, un grande successo riscuotono un po’ ovunque quelli dominati dal fango. In Gran Bretagna si svolge la Mud Race, la corsa nel
fango, mentre negli Stati Uniti spopola il football americano e il Mud Bowl, campionato mondiale giocato in un campo, rigorosamente di fango.
Una variante a tutto questo pantano può essere data dalle uova. Si svolge infatti in Inghilterra, a Swaton, una manifestazione con una serie di giochi in cui protagoniste sono le uova. Dalla gara a coppie, in cui ci si passa un uovo crudo allontanandosi sempre di più cercando di non romperlo, al lancio di uova attraverso una catapulta, fino ad arrivare a una sorta di roulette russa con i concorrenti che devono schiacciarsi sulla fronte una serie di uova sode tranne una.
Si torna, poi, piccini con il tanto amato “braccio di ferro”, solo che in Alaska è diventato il “dito di ferro”, sport ufficiale degli Artic Winter Games, mentre negli States qualcuno vorrebbe addirittura far diventare una disciplina sportiva la lotta con i cuscini, chiamata Pillow Fight League.

E si cambia ancora registro con la gara di corsa col vassoio: i partecipanti sono camerieri in divisa, che devono correre per 150 metri reggendo un vassoio con sopra una bottiglia, un bicchiere di vino rosso e un piatto pieno di cibo. Tra tutti questi “sport” o pseudo tali, merita un’attenzione particolare quello che si svolge in Oriente, in cui si organizzano gare con le api. I partecipanti sono costretti a farsi seppellire da più di 20 chili di api, sopportando le fastidiose punture degli insetti. Requisito imprescindibile per partecipare alla competizione è non essere allergici alle punture.