Home Le notizie
 Juve-Milan, punito Fabbri: non arbitrerà i rossoneri fino a fine stagione

Juve-Milan, punito Fabbri: non arbitrerà i rossoneri fino a fine stagione

168
0
fabbri

Il Milan è la squadra che in questo campionato, dopo il Parma, ha ricevuto meno calci di rigore. Parte da questo presupposto la polemica che da sabato pomeriggio sta scrivendo pagine intere di tutti i giornali sportivi italiani. L’arbitraggio di Michael Fabbri tra Juventus-Milan non è andato giù ai rossoneri. L’episodio più eclatante, il tocco netto con il braccio di Alex Sandro in area di rigore. Dalla sala Var è stato chiesto al direttore di gara di andare a visionare il replay ma, nonostante l’immagine fosse chiara per tutti, non lo è stata per Fabbri, che non ha assegnato il penalty.

Uno, il più grande, di tanti errori. Ma la direzione generale della partita non è piaciuta nemmeno ai vertici dell’AIA, che per oggi hanno programmato un incontro con l’arbitro, i vertici del Milan e l’allenatore Gennaro Gattuso. Ed è subito arrivata la stangata per Fabbri. Qualche settimana di sospensione e divieto di arbitrare tutte le gare dei rossoneri fino a fine campionato. Inoltre, secondo quanto appreso, pare che durante la gara Juventus-Milan, in sala Var ci fosse Calvarese a supportare Fabbri nella direzione, a correggere quest’ultimo su alcune decisioni. Ma avrebbe trovato un muro da parte di Fabbri, che non ha seguito i consigli del collega.

Infine, durante l’incontro con l’arbitro, si cercherà di uniformare anche le decisioni in merito ai falli di mano in area di rigore, in maniera tale che episodi simili non accadano più. Nessun complotto, ovviamente, così come ha sottolineato Gattuso nel post partita (a differenza di Leonardo, che in tv non le ha mandate a dire e ha sottolineato le proprie rimostranze). Ma è necessario sottolineare la buona fede di tutti gli arbitri italiani, proprio per evitare che in futuro si possa parlare di eventuali favori a una squadra, a discapito di un’altra.