Home Curiosità Ulama, dai Maya lo sport più antico al mondo

Ulama, dai Maya lo sport più antico al mondo

130
0
ulama

Un viaggio nel passato, un viaggio di centinaia di secoli fa.
Per scoprire che lo sport più antico al mondo non è di origini greche, come molti possono pensare, ma bisogna andare a scomodare gli antichi Maya. Sono stati loro, infatti, a inventare l’Ulama, un particolarissimo gioco con la palla.

Praticato un millennio prima dei primi Giochi Olimpici greci, è uno sport bizzarro: squadre di quattro giocatori che usano solo i loro fianchi per controllare la palla, mantenerla in campo, farla roteare in aria e scivolare per contendersela a terra.

Nato nel cuore dell’Olmec, lungo il Golfo del Messico, L’Ulama veniva praticato da giocatori che indossavano un antico equipaggiamento, con perizoma, protezioni, una cintura spessa, ginocchiere, un tipo di giarrettiera e copricapi ed elmi elaborati.
Lungi dall’avere delle connotazioni meramente sportive, l’Ulama veniva praticato in forma rituale, per decidere i conflitti tra i regni. Spesso, poi, durante i giochi si praticavano sacrifici umani tra la squadra perdente. Si narra anche che venissero utilizzati teschi come palla, ma questo aspetto macabro non è mai stato confermato.

I Maya furono i primi a introdurre anelli di pietra a muro alle due estremità del campo. Quando la palla urtava attraverso l’anello, si vinceva. I giocatori aztechi, invece, introdussero una regola particolare, secondo la quale si perdeva se si lasciava rimbalzare la palla per due volte.

Palle di Ulama sono state trovate accanto a offerte rituali agli dei, nei templi e nelle tombe di questi popoli antichissimi, mentre pare che oggi stia prendendo nuovamente piede con successo in alcune parti del mondo, come in Belize, Messico, Guatemala e ‘Honduras, dove si sta cercando di far rivivere questa antica tradizione ancestrale.