Home Amarcord Maria Lenk, sulle ali di una farfalla

Maria Lenk, sulle ali di una farfalla

125
0
maria lenk nuotatrice Sportstar Magazine

La prima nuotatrice sudamericana a partecipare alle Olimpiadi.

Maria Emma Hulda Lenk Zigler. Un nome, una storia straordinaria: Quella della prima nuotatrice sudamericana a partecipare alle Olimpiadi del 1932.
Nacque a San Paolo, in Brasile, il 15 gennaio 1915, figlia di immigrati tedeschi. Fu lei, la prima nuotatrice a prender parte alla competizione olimpionica nel 1932 a Los Angeles. Aveva 17 anni e mai, prima di allora, una donna del suo continente aveva partecipato ai Giochi.

Gareggiò nei 200 metri in stile rana, arrivando in semifinale. Solo qualche anno dopo, nel 1936, a Berlino, gareggiò con lo stile farfalla, fino ad allora utilizzato solo da uomini e nel 1939, proprio in questo stile, stabilì il record del mondo sui 100 e 200 metri.

E come una farfalla, Maria Lenk ha continuato a volare su tutti, gareggiando sempre al massimo nelle più importanti competizioni e segnando ben 12 primati americani. Sono gli anni difficili della seconda guerra mondiale, che pure non frenano questa giovane e tenace donna, pronta a farsi notare da tutto il mondo.

A completare il suo percorso, una laurea in educazione fisica allo Springfield College, la docenza all’Università Federale di Rio de Janeiro e l’ingresso, fino ad allora ad appannaggio solo dei colleghi uomini, nel consiglio brasiliano per lo sport.

Un amore per il nuoto che ha segnato la sua vita da quando era bambina e l’ha accompagnata fino agli ultimi anni, gareggiando nel 2003, all’età di 88 anni, nei campionati masters di nuoto.
Nel 1988 è stata inserita nella Hall of Fame internazionale del nuoto. Lei, che come una farfalla, ha volato sull’acqua, suo elemento naturale, per una vita intera.