Home Le notizie
 Serie A potrebbe tornare a 18 squadre, la riforma dei campionati dal...

Serie A potrebbe tornare a 18 squadre, la riforma dei campionati dal 2020/2021

208
0

Serie B a 20 squadre, una nuova procedura in caso di cori razzisti negli stadi italiani. Ma la notizia del giorno riguarda il massimo campionato. Il Consiglio Figc di ieri, infatti, ha modificato l’articolo 49 delle normative interne federali, aprendo così alla riforma dei campionati. Quello di serie A, a partire dalla stagione 2020/2021, potrebbe tornare a 18 squadre. A deciderlo, però, saranno le leghe che, ogni 31 dicembre, potranno optare per il numero di squadre che parteciperanno al campionato successivo.

“Salvi”, quindi, i campionati di serie A e B, in cui vedremo comunque 20 squadre. Dall’anno successivo, invece, le due leghe potranno scegliere liberamente il numero di società partecipanti. Il minimo di squadre che potranno scendere sui campi d’Italia sarà 18, niente serie A a 16 squadre, così come accadde durante la stagione 1987-88.

Così come riportato da Sport Mediaset, perché questa delibera abbia efficacia, è necessario che il consiglio federale deliberi, d’intesa con le leghe interessate. Ed è necessario che venga ratificata solo ed esclusivamente laddove la modifica dell’ordinamento del campionato abbia conseguenze sui vari meccanismi di promozione e retrocessione. Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha parlato di “decisione epocale. È la dimostrazione che i tavoli di confronto servono eccome. Ora sta alle leghe prendersi la responsabilità politica di poter determinare il proprio format”.